Il Progetto

[ultimate_heading main_heading=”Cooperativa Medici Insieme Garda Valsabbia” heading_tag=”h1″ alignment=”left” main_heading_line_height=”desktop:38px;” sub_heading_line_height=”desktop:24px;”][/ultimate_heading]

La medicina di gruppo è una forma di associazione tra Medici di Famiglia che il servizio Sanitario Nazionale ha favorito fin dal 1986 e da tale data in Desenzano del Garda è iniziata l’esperienza di alcuni Medici di Medicina Generale che con continuità fino ad ora, si sono posti l’obiettivo di erogare il servizio agli Assistiti in forma associata garantendo agli utenti una più ampia disponibilità di orario di accesso, prestazioni infermieristiche e servizio di Segreteria.

Dal 1996 la Medicina di gruppo si è costituita in forma giuridica prendendo parte alla Cooperativa “Medici Insieme Garda-Valsabbia”, Società che attualmente comprende 19 Medici di Famiglia del territorio Gardesano e Valsabbino divisi in Centri di Servizio nei Comuni di Desenzano del Garda, Salò, e Valtenesi.

Vent’anni hanno permesso di conoscere a fondo le problematiche legate all’associazionismo tra Medici e riflettere sulle modalità più opportune per l’erogazione dei servizi nell’ambito delle Cure Primarie.

[ultimate_heading main_heading=”Medici Insieme 2017″ heading_tag=”h1″ alignment=”left” main_heading_line_height=”desktop:48px;” sub_heading_line_height=”desktop:24px;”][/ultimate_heading]

Nel 2017 nasce la nuova sede presso il “Laudato Sì” espressione dell’aggregazione di due Medicine di Gruppo della Frazione di Rivoltella (Dr. Amicabile, Dr.ssa Biasio, Dr.ssa Fornasari, Dr. Magni, Dr. Micillo, Drssa. Smellini, Dr.ssa Vio) e di località Capolaterra (Dr.ssa D’Arconte, Dr. Da Re, Dr. Martori). La nuova aggregazione ha come obiettivo quello di migliorare le prestazioni erogate agli Assistiti nell’ambito delle quattro macro-aree proprie della Medicina Generale:

[ultimate_heading main_heading=”Area della Prevenzione” alignment=”left” main_heading_line_height=”desktop:30px;”][/ultimate_heading]

informazione ed educazione alla salute

promozione di stili di vita salutari e di campagne di prevenzione e di diagnosi precoce

identificazione della popolazione candidate a essere vaccinate e promozione attiva delle stesse

[ultimate_heading main_heading=”Area dei Disturbi non Differibili” alignment=”left” main_heading_line_height=”desktop:30px;”][/ultimate_heading]

valutazione dei pazienti con insorgenza acuta di un sintomo percepito dal paziente come urgente e in cui è appropriata la valutazione medica nel setting della medicina generale.

[ultimate_heading main_heading=”Area della Cronicità” alignment=”left” main_heading_line_height=”desktop:30px;”][/ultimate_heading]

identificazione, gestione terapeutica e follow-up dei malati cronici affetti da una o più patologie (es. Diabete Mellito, Ipertensione Arteriosa, Scompenso Cardiaco, …) secondo i Percorsi Diagnostici Terapeutici Assistenziali condivisi con l’Azienda Sanitaria

[ultimate_heading main_heading=”Area della Fragilità e delle Cure Palliative” alignment=”left” main_heading_line_height=”desktop:30px;”][/ultimate_heading]

presa in carico del malato e della famiglia nell’ambito delle Cure Palliative al fine di una gestione globale dei bisogni clinici, psicologici e assistenziali

[ultimate_heading main_heading=”Il Progetto Futuro: dalla Medicina Aggregata alla Medici Integrata” heading_tag=”h1″ alignment=”left” sub_heading_line_height=”desktop:24px;” margin_design_tab_text=””][/ultimate_heading]

Nel prossimo futuro, in coerenza con gli accordi nazionali per la Medicina Generale e le norme Regionali, questo gruppo di Medici di Famiglia si propone di promuovere l’ampliamento dell’offerta ai cittadini assistiti di cure “integrate”.
Nuovi e più diffusi bisogni assistenziali legati alla cronicità, alla fragilità, ad un diverso concetto di salute/malattia, inducono a ripensare ai modelli assistenziali, finalizzandoli ad una presa in carico globale, integrata e garante di continuità dell’assistenza come previsto dalla L. n.189/2012 (“legge Balduzzi”).
Team multi-professionali, costituiti da Medici e Pediatri di famiglia, Specialisti, Medici della Continuità Assistenziale, Infermieri, Collaboratori di studio e Assistenti Sociali possono erogare un’assistenza globale, dalla prevenzione alle cure palliative, continua, equa e centrata sulla persona.